Cuokka ce l’ha fattaaaaaaaaa!!!!!!!!!
Dopo il primo tentativo andato malissimo a livello estetico, perché in cottura si erano rotti tutti i gusci (nemmeno uno salvabile per una foto), il secondo è andato decisamente meglio!!
Lo ammetto, problemi di cottura ne abbiamo avuti anche a questa volta, perché molti si sono attaccati tra di loro, però come potete vedere dalle foto, le calottine sono uscite indenni e il collarino classico del macaron c’è!!!
E’ vero non sono perfetti…ma come dice il proverbio: nessuno è perfetto!!!! 😀
Detto ciò ringrazio tantissimo le ragazze di Re-Cake 2.0 per aver indetto questa sfida perché Cuokka adora i macarons veramente tanto (tant’è che sia la prima che la seconda mandata se li è pappati da sola!!) ma non aveva mai avuto modo di prepararli…vuoi per la mancanza di tempo, vuoi la paura di non riuscire a riprodurre una cosa così piccola e cosi perfetta, vuoi l’eleganza elefantesca con cui si destreggia dietro ai fornelli…
Va bè, basta non vi annoio più con le chiacchiere…andare è andata e credetemi: PROVATELI perché sono qualcosa di ECCEZIONALE!!!!!

Prima di lasciarvi alla ricetta vorrei lanciare un piccolo pensiero a Parigi! ❤

MACARONS CLEMENTINE E CIOCCOLATO EXTRA FONDENTE

LA NOSTRA SPESA:

PER LA GANACHE EXTRA FONDENTE
100 gr Cioccolato Extra Fondente 72%
50 gr Cioccolato Fondente 50 %
100 gr di panna fresca liquida intera
3 clementine,  (1 per recuperare la scorza, 2-3 per il succo di frutta)

PER I MACARONS (ricetta di Pierre Hermé):
150 gr Zucchero semolato
150 gr Mandorle Tritate (Farina di Mandorle)
150 gr Zucchero a Velo
55 gr + 55gr Albume a temperatura ambiente
37 g Acqua
la punta di un coltello di Colorante Arancione
1 Clementina (Scorza grattugiata finemente)

GANACHIAMO (così avrà il giusto tempo per raffreddarsi)
– In una piccola casseruola, scaldare la panna con la scorza di una clementina.
– Spegnere il fuoco e lasciare in infusione per almeno mezz’ora coprendo il tegame.
– A questo punto filtrare, scaldare nuovamente la panna qualche secondo e unirvi il cioccolato precedentemente tritato.
– Prima di mescolare, lasciar passare un minuto quindi mescolare delicatamente dal basso verso l’alto per uniformare il composto.
– Unire 50 gr di succo delle clementine e mescolare ancora un po’ fino a renderlo liscio ed omogeneo.
– Versare la ganache in un piatto (possibilmente piatto) e mettere una pellicola a contatto.
– Lasciate riposare almeno un’ora. E’ possibile preparare la ganache la sera prima e conservarla in frigo.

MACARONIAMO:
– Per prima cosa preparare il TPT (tant pour tant) ovvero la miscela in parti uguali di zucchero a velo e farina di mandorle, setacciando bene, per almeno 2-3 volte, la farina di mandorle insieme allo zucchero a velo.
– In un pentolino mettere lo zucchero semolato e l’acqua, portarlo ad ebollizione fino a raggiungere i 115°C, in modo da farlo diventare uno sciroppo.
– A parte montare 55 gr di albumi, cominciando lentamente per poi aumentare la velocità.
– Una volta che lo sciroppo ha raggiunto la temperatura di 115°C versarlo a filo sugli albumi montati a neve, continuando a sbattere per almeno altri 10 minuti la meringa, cosicché si possa raffreddare leggermente.
– Nella ciotola dove è stato precedentemente setacciato il TPT, unire ora gli altri 55gr di albumi, la scorza grattugiata della clementina e il colorante (l’ideale sarebbe utilizzare coloranti in pasta perché si amalgamano meglio, vanno bene anche quelli in polvere, sono un po’ meno pratici) quindi mescolare per amalgamare.

PROCEDIAMO CON IL MACARONAGE:
– Usando una spatola morbida (il classico leccapentole è perfetto) iniziare ad incorporare una piccola quantità di meringa al composto sopra ottenuto con il TPT, gli albumi, la scorza e il colorante, quindi aggiungere il resto della meringa continuando a mescolare sempre dal basso verso l’alto e dai bordi verso l’interno del recipiente.(Questo passaggio è importantissimo, mescolando si romperà leggermente la meringa per ottenere un composto liscio, omogeneo e un po’ fluido. Non dovete ottenere un composto liquido, mi raccomando!)

ANDIAMO DI POCHAGE:
– In un foglio di carta disegnare con una penna lo schema dei macarons, ovvero dei cerchi distanziandoli tra di loro. Inserire questo foglio sotto il foglio di carta forno dove verrà versato l’impasto.
– Versare l’impasto in una sacca da pasticcere con bocchetta di 6 o 8 mm, quindi realizzare i macarons nel foglio di carta forno in base ai dischetti disegnati nel foglio sottostante.
– Con molta attenzione sfilare il foglio con lo schema dei macarons.

E POI VIENE IL CRUTAGE:
– Il crutage è il tempo di riposo che serve per far sì che il guscio si secchi un pochino per permettere in cottura la formazione del classico collarino. Ci vuole almeno un’ora (ad ogni modo capirete che sono pronti per la cottura quando sfiorandoli leggermente la pasta non si attaccherà al dito).

INFORNAGE:
– Infornare a 150° (in forno preriscaldato) per 14 minuti. Una volta sfornati, con molta attenzione, spostare la carta forno e toglierla dalla placca. L’ideale sarebbe appoggiarla su un piano freddo per favorire meglio il distacco.

ASSEMBLAGE:
– Riempire una sacca da pasticcere con la ganache di cioccolato extra fondente, farcire la metà di un guscio di macaron e chiudete con un’altro guscio.
– Conservare i macarons in frigo e toglierli 2 ore prima di servirli!

Con questa ricetta partecipo al Re-Cake #09

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...