IMG_7591-Buongiorno e buon inizio estate!!!
Finalmente un po’ di sole…mica male per essere quasi a fine Giugno?!?
Oggi Cuokka vi propone un grandissimo classico: LA PIZZA!!!!
E perchè??? Perchè quando ho visto che il tema dell’ MTC di Giugno è la Pizza Napoletana di Antonietta, non ho proprio resistito, mi sono fatta coraggio e ho deciso di partecipare per la prima volta a questo contest meraviglioso che ho sempre temuto per la bellezza delle ricette che gareggiano ogni mese.
Ma alla Pizza non ho saputo rinunciare!!!
Ecco la pizza è una di quelle cose, anzi no, l’unica cosa che riuscirei a mangiare a qualsiasi ora, in qualsiasi modo (calda o fredda che sia) e con qualsiasi condimento…insomma sono drogata di pizza!! Ovviamente, come accade anche nelle migliori famiglie, quando faccio la pizza a casa (cosa che succede molto spesso) utilizzo la ricetta della mia nonna, tramandata alla mia mamma e arrivata a me…quella ricetta che ti riporta indietro nel tempo ogni volta che il profumo di pizza invade casa, quella pizza alta come fa solo lei, condita con tanto pomodoro e tanta mozzarella, croccante sotto e morbida all’interno…la pizza con la quale sono cresciuta!! Ma, come si dice, in cucina, come nella vita, bisogna sperimentare per imparare, per migliorarsi e mettersi alla prova…e allora quale occasione migliore di questa per testare un nuovo metodo per fare LA PIZZA?!!!!
Dico la verità, io adoro sperimentare sempre nuove ricette, ma non tutte vengono bene come dovrebbero, a volte colpa del forno, a volte colpa della mia poca pazienza, a volte colpa del poco tempo…ma questa pizza non la batte nessuno! La prima volta che l’ho provata è venuta deliziosa (sarà la fortuna del principiante?!? No, io credo che sia la bravura di Antonietta e di tutti i segreti spiegati nel suo post!!!) ed è già entrata nei must di Casa Cuokka!! Per questo ringrazio Antonietta e l’MTC di cuore, per avermi dato la possibilità di provare un nuovo metodo per sfornare pizze come se non ci fosse un domani…
Per la farcia ho optato per sapori e colori del tutto estivi, con un richiamo anche alla nostra bandiera in onore degli europei!!
Adesso tocca a voi provarla…PIZZA NAPOLETANA AL PIATTO METODO DIRETTO Idratazione 55%

LA NOSTRA SPESA:
IMG_7588-

PIZZIAMO:
1) Misurare l’acqua in una ciotola e prelevarne una piccola quantità in due tazzine differenti: in una sciogliere il sale, nell’altra il lievito di birra.
IMG_7561-

2) Versare l’acqua in una ciotola più grande e aggiungere il bicchierino con il lievito di birra
IMG_7562-IMG_7563-

3) Iniziare ad aggiungere gradualmente e lentamente la farina setacciata a parte, incorporandola man mano all’acqua poi finita la farina aggiungere il sale sciolto in acqua.
IMG_7564-IMG_7565-

4) Amalgamare  fino a raggiungere il “punto di pasta”. Il disciplinare dice che questa fase deve durare 10 minuti circa.
IMG_7566-

5) Ribaltare sul piano da lavoro e lavorare 20 minuti. Non sottovalutare questo tempo: è estremamente necessario per ottenere un impasto non appiccicoso, morbido ed elastico e una pizza soffice e asciutta. Piegare e schiacciare ripetutamente, poi all’avvicinarsi dei 20 minuti l’impasto diventerà morbido e sempre più cedevole e infine avrà un aspetto setoso.
IMG_7567-IMG_7568-

6) A questo punto riporlo in una ciotola di vetro o porcellana, coprire con pellicola e lasciar lievitare per 2 ore.
IMG_7569-

7) Trascorse 2 ore procedere con lo staglio a mano. Il disciplinare consiglia di ottenere dei panetti da un peso compreso tra i 180 e 250 gr (a me ne sono venuti 3 da 240 gr).
IMG_7570-IMG_7571-

8) Riporli su un telo non infarinato e lasciar lievitare per altre 4/6 ore a una temperatura di 25°C (come previsto dal disciplinare).
IMG_7573-

9) Quasi alla fine della lievitazione procedere con la preparazione della farcia:

Accendere il forno a 180°C. Lavare i pomodorini, tagliarli a metà, disporli su una teglia coperta con carta forno appoggiandoli sul lato curvo, cospargere la superficie con un cucchiaio di zucchero, un pizzico di sale e un filo di olio, infornare per 15 minuti a 180°C.

Lavare le zucchine, tagliarle a fettine sottili, stenderle su un piatto piano e condirle con un filo di olio, sale e pepe e lasciar marinare per 30 minuti.

Versare la ricotta fresca in una ciotola, aggiungere la ricotta salata grattugiata e amalgamare fino ad ottenere una crema liscia e setosa.

Lavare delicatamente i fiori di zucca e tamponarli con un panno carta per assorbire l’acqua in eccesso.

Tritare finemente le mozzarelle e lasciarle da parte.

Sfornare i pomodorini e aumentare la temperatura del forno al massimo, riscaldando anche la teglia che servirà per la cottura della pizza, senza mai aprire lo sportello.

10) Una volta che i panetti sono lievitati stenderne uno alla volta su un ripiano, stavolta va bene anche il legno, spolverato con farina di semola, senza usare il mattarello ma allargandolo con le mani, dal centro verso il bordo.
IMG_7574-IMG_7575-

11) Prelevare lo stampo dal forno, trasferirci il disco di pizza, senza oliare, condire con mozzarella e qualche fetta di zucchina e infornare per 5 minuti al ripiano più basso.
IMG_7580-

12) Sfornare, aggiungere qualche cucchiaio di crema di ricotta, i fiori di zucca e i pomodorini e infornare nuovamente nel ripiano più alto per altri 4/5 minuti.
IMG_7581-

13) Quando la pizza è cotta, sfornare e ultimare con qualche goccia di colatura di alici. Portare in tavola e deliziare!!!!
IMG_7587-IMG_7585-IMG_7594-IMG_7595-

Con questa ricetta partecipo all’MTC di Giugno:
PicMonkey Collage

Annunci

5 pensieri su “Pizza d’Estate #mtc58

  1. Sperimentare una ricetta quando ne possediamo già una supercollaudata è come un salto nel buio; ma tu ti sei fidata e hai ottenuto tutto come previsto: impasto e stesura davvero perfetti
    Solo la pizza dopo la cottura si presenta un po’ croccantina, ma questo può dipendere dalla farina e dal forno
    Farcitura ottima, bilanciata nei vari elementi per un risultato davvero equilibrato

    Liked by 1 persona

    1. Grazie mille Antonietta, le tue parole mi gratificano moltissimo! Sì effettivamente la crosta era croccantina, ma credo che sia una pecca del forno un po’ datato e senza più i gradi segnati…ma la seconda è venuta meglio!! 😉 Un abbraccio

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...