gnudi-a-modo-mio-5

Buongiorno e buon inizio settimana!
Oggi vi presento una ricetta tipica della tradizione toscana, più precisamente della Maremma e del Mugello : gli GNUDI!
Per i fiorentini sono gli GNUDI, per i senesi si chiamano Malfatti, ma la sostanza è sempre la stessa: è il ripieno del classico raviolo ricotta e spinaci.

Gli Gnudi (adoro questa parola perché rappresenta la toscana meglio di qualsiasi altra) fanno parte della categoria delle ricette povere perché richiedono pochissimi ingredienti: ricotta, spinaci e/o bietole, 1 uovo, un po’ di farina e parmigiano. Tutti prodotti facilmente reperibili per un popolo di pastori e contadini quali erano i nostri avi. Era molto più economico preparare un piatto di gnudi che un piatto di ravioli, per i quali era necessaria la sfoglia e quindi tante uova e tanta Farina.

Come accade con tutte le ricette della tradizione, ogni famiglia ha la sua versione e io oggi vi presento la mia.
Ho sostituito parte degli spinaci con la bietola, perché rimane più croccante, aiuta la struttura dello gnocco e ne avevo tantissima fresca appena colta dall’orto.
Ho utilizzato ricotta di bufala, ma si può benissimo sostituire con ricotta di pecora o di mucca, in questo caso lasciatela scolare tutta l’acqua prima di utilizzarla, basta metterla in un colino a maglia fine e lasciarla riposare per un’oretta.
Ho aggiunto del pecorino romano per dare un sapore più intenso evitando di utilizzare troppo Sale e pepe, visto che li ha mangiati anche piccola Cuokkina e le sono piaciuti moltissimo.
L’uovo vi consiglio di aggiungerlo leggermente sbattuto così si amalgama meglio all’impasto.
Di farina ne basta un solo cucchiaio per l’impasto e due per dare la forma irregolare agli gnudi. Si può tranquillamente sostituire con della farina di riso e rendere il piatto  senza glutine.
Il condimento è la cosa più semplice, una noce di burro e qualche foglia di salvia ed ecco che il piatto è pronto!

Per il resto vi consiglio di mangiarli prima possibile!!

A voi gli GNUDI A MODO MIO

LA NOSTRA SPESA:

Per 4 persone (ca 25 gnudi)
400 gr Bietola
300 gr Spinaci
400 gr Ricotta di Bufala
30 gr Parmigiano
30 gr Pecorino Romano
1 Uovo
Sale
Noce Moscata
3 cucchiai di Farina
30 gr Burro
7/8 Foglie di Salvia

PREPARAZIONE:

1) Lavare la bietola con acqua corrente, sbollentarla per 5 minuti in abbondante acqua salata, scolarla bene e lasciar da parte. Lavare gli spinaci, sbollentateli per 5 minuti in abbondante acqua salata. Scolarli e strizzarli bene per eliminare tutta l’acqua in eccesso. Unirli alla bietola e sminuzzare le verdure al coltello molto finemente. Riporre in una ciotola e lasciar freddare completamente.

2) Quando le verdure hanno raggiunto la temperatura adatta, unire la ricotta setacciata, il parmigiano e il pecorino grattugiati e impastare. Aggiungere un pizzico di sale, noce moscata e l’uovo leggermente sbattuto. Amalgamare bene tutti gli ingredienti, aggiungere un cucchiaio di farina per addensare il composto e amalgamare nuovamente.

3) Versare la farina restante su un piano di lavoro, prelevare un cucchiaio di impasto, adagiarlo sulla farina e formare una pallina della grandezza di un uovo. Sistemare su un piatto coperto da carta da forno e proseguire fino a fine impasto.

4) Versare il burro in una padella saltapasta, aggiungere la salvia e far sciogliere a fuoco basso. Nel frattempo portare a bollore abbondante acqua salata. Versare 6/7 gnudi per volta, attendere che tornino in superficie, scolarli e passarli nella padella con burro e salvia. Farli insaporire per pochi secondi e impiattare. Spolverare con del parmigiano e servire.

gnudi-a-modo-mio-3gnudi-a-modo-mio-1gnudi-a-modo-mio-4gnudi-a-modo-mio-6

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...