Plumcake Vaniglia e Cacao

Il Plumcake Vaniglia e Cacao, detto anche Pasta Silvia, è uno dei miei dolci preferiti, mia Nonna lo prepara sempre, quando siamo da lei, per farci fare una colazione come si deve!

E così quando ho voglia di una coccola, di risentire i profumi di quando ero piccola e tornare bambina, preparo questa torta buonissima.

La ricetta originale non prevede la glassa al cioccolato, ma in queste giornate di inverno freddo ho deciso di renderlo ancora più confortante e godurioso! Con una glassa al cioccolato facilissima e veramente eccezzionale!

La preparazione è molto semplice, con pochi passaggi si ottengono due impasti, uno bianco e uno nero, si versano alternandoli nello stampo e si mette in forno. Nel frattempo si prepara la glassa e quando il plumcake è tiepido si decora con questa pioggia di cioccolato!

Credetemi che ne vale veramente la pena!!

E’ un ottimo dolce da colazione, inzuppato in una bella tazza di latte caldo. A me piace anche come snack durante la giornata, quando passo davanti alla credenza e non resisto al richiamo di una fettina minuscola!!

Si può anche congelare, basta aspettare che si raffreddi bene, lo si taglia a fettine spesse 2 cm, si posizionano una sopra all’altra alternate da un pezzettino di carta forno, si copre un sacchetto da alimenti e si ripone in congelatore. Così quando si ha voglia di una colazione cioccolatosa, basta scongelarne una fetta la sera prima e la mattina è pronto all’uso. (Vi sconsiglio di scongelarlo nel microonde altrimenti la glassa si scioglierebbe e perderebbe la sua caratteristica croccante)

Detto ciò a voi il PLUMCAKE VANIGLIA E CACAO, per gli amici PASTA SILVIA

LA NOSTRA SPESA:

350 gr Farina 00
300 gr Zucchero
125 gr Burro a temperatura ambiente
3 Uova (dividere tuorli e albumi)
1 Bicchiere di Latte intero
1 bustina di Lievito per Dolci
4 cucchiai di Cacao Amaro
1 cucchiaino di Estratto di Vaniglia
1 pizzico di Sale

PER LA GLASSA:
150 gr Cioccolato Fondente
30 gr Burro

PREPARAZIONE:

– Accendere il forno a 170°C.

– Con la planetaria, montare gli albumi a neve ben ferma. Dopodiché procedere a montare il burro, a temperatura ambiente, con lo zucchero e la vaniglia, fino ad ottenere un composto soffice. Quindi aggiungere i tuorli, uno alla volta, aspettando che il precedente sia ben amalgamato, prima di versare il successivo.

– Mentre il composto continua a montare, setacciare la farina ed il lievito. Abbassare la velocità della planetaria ed aggiungere all’impasto gli ingredienti secchi setacciati, alternandoli a 3/4 del latte, ed il pizzico di sale. Quando saranno tutti amalgamati, spegnere la planetaria, aggiungere la metà degli albumi montati e con una spatola amalgamare dal basso verso l’alto. Quindi versare l’altra metà e ripetere l’operazione.

– A questo punto dividere l’impasto in due, versare 1/4 dell’impasto ottenuto in una ciotola più piccola, aggiungere il cacao e il latte rimasto, amalgamare con una spatola per far incorporare bene il cacao e lasciare da parte.

– Imburrare ed infarinare uno stampo da plumcake, versare all’interno uno strato di impasto chiaro, quindi con un cucchiaio metà dell’impasto scuro al centro di quello chiaro. Coprire con un altro strato di impasto chiaro, versare il restante scuro sempre nella linea centrale con un cucchiaio e coprire con l’impasto chiaro rimasto.

– Infornare a 170°C per circa 40 minuti, fare sempre la prova stecchino per vedere se il dolce è cotto, altrimenti prolungate la cottura per qualche altro minuto.

– Nel frattempo preparare la glassa. Sciogliere il cioccolato fondente e il burro a bagnomaria, aspettare che il dolce sia tiepido, sformare e versare la glassa in superficie, decorandola con l’aiuto di una spatola. Aspettare che la glassa si sia rappresa e sia diventata croccante prima di assaporare questo Plumcake vaniglia e cacao.

Annunci

Strufoli Umbri

Ebbene sì!! Quest’anno ho ceduto anche io al Fritto di Carnevale. Con tutte le bellissime foto che si vedono su Instagram e su Facebook è troppo difficile riuscire a non friggere durante questo periodo. Metti anche che hai più tempo degli anni scorsi, il gioco è presto fatto.

E allora come inaugurare la sezione Carnevale se non con la ricetta di Nonna Cuokka?!

Gli Strufoli sono una tradizione vera in casa mia. Appena passate le feste natalizie, ogni sabato, fino all’ultimo giorno di carnevale, mia nonna prepara dosi massicce di strufoli perchè la domenica arrivano i nipoti e li divorano!!

Gli “Strufoli Umbri (detti anche Castagnacci)” sono diversi dagli Struffoli napoletani e dalle Castagnole. Sono molto più grandi, quasi quanto una pallina da tennis, hanno una forma irregolare dovuta all’impasto, che ha la consistenza di una crema ed essendo piuttosto liquido, quando si versa nel pentolino per la cottura, si creano delle forme stranissime. Io addirittura mi diverto a versarlo con la forchetta per farli ancora più particolari.

La tradizione dice di servirli cosparsi di miele, ma in casa i più golosi spesso optano per il cioccolato o addirittura la nutella. Io personalmente li adoro solo con il miele. O meglio, adoro il miele!!

Detto ciò vi lascio alla ricetta. La dose che ho utilizzato io basta per circa 15 Strufoli, se ne volete fare di più raddoppiate o triplicate le dosi. Buona scorpacciata. 😉

A voi gli STRUFOLI UMBRI


LA NOSTRA SPESA:

PER 12-15 STRUFOLI

2 Uova + 1 Tuorlo (se raddoppiate la dose fate 5 Uova)
3 cucchiaini (da caffè) di Zucchero semolato
6 cucchiai (da minestra) di Vinsanto (ma va bene anche altro liquore, se non vi piace l’idea del liquore potete sostituire tutto o in parte con il succo di 1 Arancia)
3 cucchiai (da minestra) di Olio di Arachidi
8 cucchiai (da minestra) di Farina 00
1/2 bustina di Lievito per Dolci
1 Limone
Olio di Arachidi per friggere
Miele

PREPARAZIONE:

1) Lavorare bene e a lungo le uova e lo zucchero con uno sbattitore elettrico, fino a quando siano triplicate di volume. Aggiungere il liquore, l’olio e la farina setacciata con il lievito, continuando a lavorare con lo sbattitore a velocità più bassa. Coprire la ciotola con della pellicola e lasciar riposare per un’ora circa.

2) Versare l’olio per la frittura in un pentolino a bordi alti, portare a bollore e abbassare il fuoco al minimo. Versare una cucchiaiata di impasto nell’olio, aiutandosi con i rebbi di una forchetta, e lasciar cuocere a fuoco bassissimo 2-3 minuti per lato. (La cottura deve essere lunga e molto delicata, altrimenti l’interno rimarrà crudo). Quando saranno belli dorati, scolarli con una schiumarola e lasciarli raffreddare su un vassoio coperto da carta assorbente. In un pentolino di 15 cm di diametro se ne cuociono al massimo 2 per volta.

3) Quando saranno raffreddati cospargere di miele e servire.